Miss_01_web

Porte interne: anche nel 2017 il legno domina la scena

Il legno continua a dominare il settore delle porte interne: anche nel 2017 la tendenza pare riconfermata, posizionando questo materiale, caratterizzato da calore e vitalità, direttamente sul podio.

Le texture più in voga nell’anno in corso mirano ad esaltare venature e contrasti, ma anche l’originale sensazione tattile che caratterizza il legno vivo. Le linee, anche se moderne, si adeguano al trend e si concretizzano in pannelli e dettagli in rovere, in castagno, in hemlok – solo per citarne alcuni. Per quanto riguarda invece le palette colori, l’effetto materico – implementato notevolmente da eventuali trattamenti ad olio sulle superfici – si evidenzia al suo meglio nei colori più naturali e bruniti, ma anche in spettacolari note di antracite e cuoio naturale.

Le porte interne in legno sono, ancora oggi, la scelta prediletta di chi desidera arredare ambienti fortemente raffinati, caratterizzati da una personalità intensa, accogliente e al contempo raccolta.

Le venature sulle ampie superfici sembrano prendere vita e la loro irregolarità diventa il contrasto perfetto per le linee pulite, essenziali e algide che caratterizzano le porte, ma anche per i dettagli in metallo – come le maniglie e le cerniere.

Nel suo inevitabile gioco di fusione e di contrasto, il legno è e rimane uno dei materiali più ricercati e apprezzati del settore, a prescindere – sembra – dai trend e dalle tendenze del momento.

E se è evidente che il design sia fautore di gran parte della resa estetica di una porta interna, anche il materiale è l’elemento essenziale per fare la differenza.

Si prediligeranno dunque legni pregiati e raffinati per la realizzazione delle porte interne del 2017. Il lusso si fa materia attraverso manufatti in ebano bianco – che può essere utilizzato solo nel caso in cui l’albero cada naturalmente, ma anche in Ziricote. Quest’ultimo, soprannominato “legno delle ossa” per le sue incredibili venature che ricordano la radiografia del corpo umano, quasi fosse un’estensione vegetale dell’Uomo di Vitruvio leonardesco, è ancora oggi nella lista dei legni più preziosi per la realizzazione di porte.

Vi è poi lo Zebrano, che nell’Interior Design sembra trovare la sua destinazione ideale soprattutto nella realizzazione dei dettagli di auto e yacht di lusso, e il Bocote, con i suoi toni dorati impreziositi da venature più scure e da un pattern di impressionante bellezza.

CONDIVIDI SUL WEB